Connect with us

Uncategorized

Facile vittoria a Granada: il Real mantiene la pressione sull’Atletico

Kroos in panchina – doppio colpo il punto cruciale

Il Real Madrid non ha mostrato segni di cedimento nella serrata battaglia di campionato in Spagna. Una vittoria enfatica al Granada FC mantiene i reali alle calcagna dei rivali cittadini dell’Atletico.

L’allenatore del Real Zinedine Zidane ha messo in campo un undici di partenza che è stato cambiato in tre posizioni dopo il pareggio 2-2 con il Siviglia FC: Kroos era in panchina, con Rodrygo che partiva al suo posto. Anche le posizioni di terzino sono state rimescolate: Marcelo, che è stato eliminato dalla squadra con poco preavviso, e lo sfortunato Odriozola sono stati sostituiti da Miguel e Marvin.

Il Real ha impostato il tono fin dall’inizio ed era ben nel gioco. Dopo il primo approccio pericoloso di Benzema, è stato Modric a segnare da un angolo acuto dopo un bel passaggio di Miguel per fare 1-0 (17°). Dopo di che, i visitatori hanno tenuto le redini nelle loro mani, ma non hanno fornito una continua minaccia di punteggio in un gioco che non era molto veloce. Tuttavia, il Real va all’intervallo con due gol di vantaggio: mentre Vinicius manca di penetrazione (44°), Rodrygo fa meglio due minuti dopo: dopo aver raccolto la palla sulla linea di metà campo, l’ala destra è in grado di entrare in area di rigore quasi incontrastata e tirare potente per fare 2-0 alla pausa (45.+1).

Dopo il gol di Molina, il Real colpisce due volte

I secondi 45 minuti sono iniziati in modo fiacco, con poco ritmo che si sviluppa ora. Il Granada ha poi segnato dal nulla dopo che entrambe le parti erano andate vicine al gol: dopo un errore di Eder Militao, la squadra di casa ha contrattaccato, Courtois ha deviato la potente conclusione di Luis Suarez a lato – ai piedi di Molina, il cui tiro diretto è finito in rete (71°).

È diventato di nuovo eccitante? No, perché il Real ha risposto in modo impressionante appena quattro minuti dopo con un doppio colpo: Odriozola ha ripristinato la vecchia distanza dopo il passaggio di Hazard (75°). Appena un minuto dopo, Benzema ha approfittato di un errore capitale di Rui Silva, che aveva corso al largo della sua area e ha permesso alla palla di rimbalzare involontariamente ai piedi dell’attaccante. Da circa 30 metri Benzema ha segnato senza sforzo per fare 4:1 (76.).

Click to comment

Leave a Reply

Вашият имейл адрес няма да бъде публикуван. Задължителните полета са отбелязани с *

More in Uncategorized