Connect with us

Bundesliga

Rivoluzione tattica a Gladbach: Marco Rose ricostruisce Borussia

Bundesliga: Tactics revolution in Gladbach: Marco Rose rebuilds Borussia

Il nuovo allenatore Marco Rose sta subendo una rivoluzione tattica al Borussia Mönchengladbach. Forse è il progetto più entusiasmante della Bundesliga.

“Naturalmente è tutto nuovo”, dice Patrick Herrmann di Gladbach a SOCCERSCORE e Goal, e lo dice come se fosse la cosa più naturale di sempre. Ma anche il motto attuale di Borussia Mönchengladbach è “tutto nuovo”. Da quando Marco Rose ha assunto l’incarico di allenatore ben due settimane fa, forse il progetto più entusiasmante della Bundesliga è in corso: il totale cambiamento nella filosofia di gioco e nella tattica di una squadra di calcio.

Dieter Hecking, l’ultimo allenatore di Gladbach per due anni e mezzo, ha avuto un sistema 4-3-3-3-3 giocato la scorsa stagione e ha dato importanza al controllo della partita. Quando la sua squadra ha tenuto la palla oltre 62 stazioni contro l’FC Schalke 04 nel mese di febbraio e poi l’ha tirata in porta, ha elogiato in seguito: “Forse non è stato spettacolare, ma dal punto di vista dell’allenatore è stato un gol eccezionale.

Circa due mesi dopo Gladbach ha annunciato la separazione da Hecking in estate, chiudendo quinto in classifica. Poco dopo Rose è stata presentata come suo successore. Dal suo punto di vista, questo gol contro Schalke non era probabilmente un gol eccezionale. Per Rose, un gol eccezionale è quello che è preceduto da circa zero a tre stazioni.

Rose, a differenza di Hecking, è un allenatore anti-palla, non un allenatore con l’allenatore di palla. Indossa una barba grigia invece di sopracciglia appuntite e sta per contropressione e calcio di velocità invece del controllo della palla. Così Rose ha lasciato che Salisburgo giocasse con grande successo nella sua unica stazione di pullman professionale RB Salisburgo e così giocherà anche a Gladbach.

“Vogliamo essere molto attivi contro la palla, sprint molto. Vogliamo vincere palle alte e avere vie brevi per raggiungere la porta. Non vogliamo giocare in alto e largo, ma veloce, dinamico e attivamente in avanti”, ha detto nella sua presentazione. Rose vuole molto, ma lui stesso lo sa. “Tutto questo sembra davvero fantastico, ma ci vorrà del tempo per sviluppare queste cose”.

Rose e il suo team hanno lavorato a questo sviluppo per due settimane, e lui ha circa un mese fino all’inizio della stagione. Finora Gladbach ha giocato tre partite di prova sotto Rose. Una vittoria di 8:0 contro la squadra della lega nazionale 1. L’FC Mönchengladbach è stato seguito da una vittoria 1:0 contro il TSV 1860 Monaco di Baviera e da una sconfitta 0:1 contro l’FC Augsburg (ogni 45 minuti di gioco) in un torneo di preparazione a Heimstetten vicino a Monaco di Baviera il sabato.

Gli unici due nuovi arrivati finora, Breel Embolo (per dieci milioni di euro dallo Schalke) e Stefan Lainer (per dodici milioni di euro dal Salisburgo), sono rimasti feriti al torneo di Heimstetten. E così sono stati solo i vecchi giocatori a dover riempire di vita la nuova filosofia di gioco.

“Sotto il vecchio allenatore era importante tenere la palla e spostarla”, dice Herrmann, prima che si enumera rapidamente: “Ora vogliamo andare velocemente in contro-pressione, recuperare velocemente i palloni smarriti, poi andare velocemente in profondità e giocare a calcio di velocità con molte corse veloci”. Sbrigati! La cosa principale è veloce!

Come a Salisburgo, anche a Gladbach Rose sta costruendo un sistema 4-4-2 con rombo. “Tony Jantschke dice a SOCCERSCORE e Goal che stiamo provando, e ci fornisce le sue prime intuizioni: “In questo modo abbiamo un uomo in più al centro e persone più veloci nella scatola. Ma le vie verso l’esterno sono più lontane”.

Poiché le corsie esterne sono occupate solo dai due difensori esterni, non ci sono classici attaccanti alari in questo sistema, a differenza degli ultimi 4-3-3-3-3 praticati. Non c’è quindi bisogno di una sostituzione diretta del Thorgan Hazard che è migrato a Borussia Dortmund.

Alassane Plea ed Embolo, così come Herrmann e Ibrahima Traore combatteranno per i due luoghi della tempesta. Con Marcus Thuram della seconda lega francese EA Guingamp potrebbe esserci anche un quinto candidato. Non solo nella tempesta la formazione finale è completamente aperta, Rose sta testando ovunque e dà la possibilità a tutti i giocatori. Una formazione di stelo probabilmente emergerà solo durante le prime partite obbligatorie.

Nel test contro il 1860 Herrmann ha segnato il decisivo 1:0 – su presentazione del suo compagno di punta Plea. Quando non è andato così veloce nella sconfitta successiva contro Augsburg, un tifoso della tribuna ha ruggito: “C’è il virus Hecking!” E giù sulla linea laterale, si alzava gesticolata selvaggiamente intorno. “Speriamo di interiorizzare rapidamente ciò che l’allenatore ha in mente”, dice Jantschke. “Penso che potrebbe essere molto, molto buono”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Bundesliga